Visualizza articoli per tag: federconsumatori

Il momento che il settore turistico sta attraversando, in Sardegna, è difficile a causa degli strascichi dell'epidemia di coronavirus che ha flagellato il Paese. Ma c'è chi riesce a complicare la situazione: stando alle segnalazioni pervenute alle sedi Federconsumatori Sardegna, la compagnia Tirrenia chiede ai passeggeri di sottoscrivere un modulo che si traduce in una deresponsabilizzazione dell’azienda nei confronti della salute e dell’incolumità dei passeggeri.

La questione riguarda soprattutto l’impossibilità di prenotare cabine singole, per indisponibilità o per costi eccessivamente elevati, che costringe alcuni viaggiatori – in particolar modo i passeggeri che compiono la tratta in questione per motivi lavorativi, vedi gli autotrasportatori – a condividere una cabina doppia o quadrupla con degli sconosciuti. In tali circostanze la compagnia ha reso obbligatoria la sottoscrizione di una dichiarazione in cui il viaggiatore solleva l’azienda stessa da qualsiasi responsabilità relativa all’inosservanza delle norme anti-contagio. In questo modo, dunque, la società non solo non fa nulla per garantire l’incolumità dei passeggeri ma scarica su questi ultimi ogni onere, evitando inoltre qualsiasi eventuale conseguenza anche relativamente a possibili sanzioni. Una condotta che, in sostanza, appare orientata a tutelare esclusivamente gli interessi della società, senza tenere in alcuna considerazione la salute e le necessità dei passeggeri. A nostro avviso questa circostanza chiama in causa anche i datori di lavoro, che devono preoccuparsi della salute dei dipendenti senza scaricare ogni responsabilità su di loro. A fronte di quanto sta accadendo chiediamo l’immediato avvio di accertamenti e, se opportuna, l’emissione di congrue sanzioni, poiché non è assolutamente accettabile che una compagnia di navigazione non faccia nulla per garantire ai propri clienti la possibilità di viaggiare in sicurezza.

Pubblicato in Trasporti
Mercoledì, 25 Marzo 2020 17:04

Chi siamo

Il progetto Io Consumatore Sardegna, ideato dall’Ats omonima grazie alla collaborazione delle Associazioni dei Consumatori Adoc, Adusbef, Casa del Consumatore, Federconsumatori, Movimento Consumatori, Unione Consumatori e Udicon, ha l’obiettivo di fornire ai consumatori, in particolare ai residenti in Sardegna, informazioni sull’importanza della tutela dei prodotti alimentari e dell’artigianato del territorio, fornendo gli strumenti necessari per riconoscere gli eventuali tentativi di contraffazione degli stessi e stimolare il consumatore a segnalarli.

Il progetto punta sul rapporto diretto con il cittadino con diverse modalità di contatto, in primis attraverso la presenza sul territorio garantita dagli sportelli in convenzione al progetto e in parallelo con la comunicazione attraverso piattaforma social, newsletter e blog tematici.

Verranno inoltre organizzati degli eventi di sensibilizzazione prevalentemente in modalità webinar, questo per rispettare le normative in materia di distanziamento sociale obbligatorie in relazione all’emergenza covid19.

 

Contatti

 
Dr. Andrea Falchi
Responsabile Io Consumatore Sardegna e Sportello Consumatore Adoc Cagliari Pirri
Responsabile Direttivo Caf Uil Pirri
via Mentana 41, 09134 Cagliari
Telefono: 070 552352
 
 
Altri contatti dello stesso circuito a tutela dei Consumatori:
 
FEDERCONSUMATORI SARDEGNA
Viale Monastir, 15, 09122 Cagliari CA
Telefono: 070 279 7270
 
ADOC SARDEGNA
via Mentana 41 09134 Cagliari
Telefono: 070 552352
 
CASA DEL CONSUMATORE SARDEGNA
Via Murgia 45
09039 Villacidro (Ca)
Telefono 070 932250 – Fax 070 9329281
 
UNC Unione Nazionale Consumatori
Via Giudice Guglielmo 17, 09131 Cagliari CA
Telefono 070 485940
 
U.Di.Con. REGIONALE SARDEGNA
Via Bacaredda 184, 09127 Cagliari 
Telefono 070 271009 - Fax 070271009
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
ADUSBEF
VIALE DIAZ, 29 09125 CAGLIARI (CA)
Telefono 347 5456830 
Pubblicato in Contatti