Visualizza articoli per tag: porto torres

Comuni in campo contro la contraffazione. È stato siglato il 9 ottobre un Protocollo d’Intesa tra il Comune di Alghero rappresentato dal vicesindaco,  Giovanna Caria, e la Direzione Territoriale Dogane e Monopoli per la Toscana, la Sardegna e l’Umbria, rappresentata dal Direttore  Roberto Chiara, finalizzato a rafforzare gli strumenti per la lotta alla contraffazione e agli altri fenomeni illeciti connessi al commercio. Due giorni dopo lo stesso patto è stato sottoscritto con il sindaco di Porto Torres Sean Christian Wheeler. 

Nel quadro del sistema di relazioni che l’Agenzia Dogane e Monopoli ha da tempo instaurato, l’iniziativa permetterà lo scambio di informazioni tra i due enti sottoscrittori, al fine di prevenire e reprimere il fenomeno della contraffazione e le altre attività illecite con l’individuazione delle specifiche aree di intervento.

L’atto consentirà inoltre di perseguire la tutela del consumatore negli acquisti, favorendo la regolarità nel settore del commercio e contrastando le forme di criminalità organizzata, attraverso la cooperazione tra l’Ufficio delle Dogane di Sassari e il Corpo di Polizia Locale. L’obiettivo finale è quello di individuare la filiera e reprimere con continuità ed efficacia il fenomeno della vendita di prodotti di qualità diversa dal dichiarato e contrarie alle norme sul commercio internazionale.

“La sottoscrizione del protocollo - ha evidenziato il Direttore Territoriale Dogane e Monopoli Roberto Chiara - rappresenta un passaggio fondamentale per rafforzare la sinergia tra enti, al fine dipotenziare ulteriormente il contrasto ai fenomeni illeciti come quello della contraffazione”.

Caria ha sottolineato che il protocollo costituisce «una collaborazione necessaria che passa attraverso il proficuo scambio di informazioni e conoscenze, reciprocamente messe a disposizione su un tema molto sentito nel nostro territorio e che mira a tutelare, con interventi concreti e appropriati, l’autenticità dei prodotti sia in dimensione locale che di più ampia estensione territoriale”.

Il sindaco Wheeler inveca ha dichiarato: "Il Comune di Porto Torres  ha voluto firmare un patto che permetterà di contrastare al meglio tutte quelle forme di contraffazione che danneggiano il commercio. Penso soprattutto ai prodotti agroalimentari, che talvolta arrivano sulle nostre tavole privi di qualsiasi controllo sanitario, o ancora a quelli della manifattura sarda. Il nostro Ente assicurerà la massima collaborazione all’Agenzia Dogane e Monopoli in modo da ridurre al minimo i danni creati da questi e tanti altri mercati illegali". 

L'iniziativa potrebbe essere estesa anche ad altri enti territoriali della Sardegna.